Videosorveglianza e luoghi di lavoro

Nell’installazione di un impianto di videosorveglianza all’interno dei luoghi di lavoro non ha alcuna rilevanza il consenso scritto o orale concesso dai singoli lavoratori.

La tutela penale è apprestata dalla disposizione ora violata per la salvaguardia di interessi collettivi di cui, nel caso di specie, le rappresentanze sindacali, per espressa disposizione di legge, sono esclusive portatrici, in luogo dei lavoratori che, a causa della posizione di svantaggio nella quale versano rispetto al datore di lavoro, potrebbero rendere un consenso viziato.

Sentenza-50919_2019

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *