Covid19 e tracciamento dei contatti

Il monitoraggio sistematico degli interessati è uno dei trattamenti considerati maggiormente a rischio, per i diritti e le libertà degli interessati [i], dal nuovo Regolamento Europeo per la tutela dei dati personali n. 679 del 24 maggio 2016, divenuto pienamente efficace e vincolante il 24 maggio 2018, dopo due anni di “sospensione” delle sanzioni, per consentire ai soggetti pubblici e privati di adeguarsi alle nuove prescrizioni.

Leggi tutto

Il diritto all’oblio

La permanenza delle informazioni su Internet, associata alla diffusione determinata dai motori di ricerca, che ne indicizzano i contenuti rendendoli disponibili anche a distanza di molti anni dalla pubblicazione, ha portato i giuristi europei a confrontarsi con un nuovo problema che mai precedentemente si era posto con il supporto cartaceo: il diritto ad essere dimenticati.

Leggi tutto

Controllo globale

Ha destato grande scalpore, sia tra le persone comuni che molti “addetti ai lavori”, l’idea di monitorare l’andamento dell’epidemia di coronavirus attraverso la localizzazione degli utenti, utilizzando il telefono cellulare che ormai ogni cittadino ha con sé e sul quale dovrebbe installare una specifica applicazione.

Leggi tutto

Vietato pubblicare atti di indagine

Con il provvedimento del 15 gennaio 2020 l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha censurato il comportamento di una testata giornalistica responsabile di aver pubblicato integralmente un avviso di conclusione delle indagini preliminari a carico di alcuni Avvocati, con diffusione di informazioni relative non solo alle rispettive posizioni processuali ma anche a luogo e data di nascita, residenza, indirizzo di studio, numero di cellulare.

Leggi tutto